18

In questi giorni sono esattamente 18 anni che vivo in Marocco.

Una maggiore età che inizio a sentire…

18 anni dove è successo di tutto, (inondazioni, attentati, feste, cerimonie civili e religiose, impegni sociali e associativi non che scolastici, viaggi, esplorazioni, divertimento), dove abbiamo vissuto emozioni forti, paure, incomprensioni, litigi, solitudine, imbarazzo, ma anche felicità pura, spensieratezza, gioia, serenità.

18 anni dove ho imparato a convivere con una cultura diversa, ma non solo marocchina, ma anche francese, polacca, gabonese, romena, spagnola ed americana.

18 anni di esperienze vissute sul campo, dove per me è la quotidianità per altri è lo straordinario.

18 anni dove ho potuto conoscere la religione ebraica, perché invitata più volte a delle Feste e cerimonie, cosa che se fossi rimasta in Italia non avrei conosciuto e apprezzato.

18 anni di feste marocchine, dal matrimonio alla festa per la circoncisione, (per chi se lo chiedesse avviene per il 95% dei casi all’ospedale), ma anche il ftour durante il Ramadan…

18 anni dove la cultura marocchina mi è entrata nel sangue, dove gli odori dei mercati sono fantastici, dove la cucina marocchina ormai fa parte della nostra vita e dopo un po`mi manca, ma anche quella francese che ormai si è insediata  nella nostra quotidianità.

18 anni vissuti in un paese non mio, che mi ha accolto,  accudito, ascoltato, rassicurata.

Il Marocco ha dei pregi e dei difetti, ma se noi stranieri, sopratutto noi donne, riusciamo a vedere il lato positivo delle cose,  essere aperte ed educate, sempre, riuscirete a scoprire un Paese Meraviglioso che è in grado di accogliervi con Amore e Rispetto.

9 thoughts on “18

  1. Che bel post!
    Non sapevo che esistessero le feste per la circoncisione e ammetto di essere curiosa sull’ argomento 🙂

    Un bacio
    Gilda (www.nonpuoesserevero.blogspot.it)

    Mi piace

    1. Ciao Gilda,
      a dire il vero non c’è molto da dire, i bambini maschi subiscono questa operazione per volere dei genitori, cosa non obbligatoria, tra appena nati e al massimo quattro anno, avviene in ospedale e la festa sarebbe come per un nostro battesimo, con musicisti, cose da mangiare e ovvio regali per il bimbo…

      Vengo a trovarti!!

      Mi piace

Grazie per i vostri commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...