Expo 2015 : Mon amour…

Vi avevo già anticipato della nostra visita ad Expo, ci siamo stati per ben due volte, il 31 luglio e il 7 agosto, se nel primo caso c’era gente e qualche coda, nel secondo giro era follia.

La partenza avviene alle 8.10 in punto dalla stazione di residenza verso Novara, coincidenza al volo per Milano anzi Rho Fiere, i treni sono in orario e scendendo ci rendiamo conto che un fiume umano si riversa giù per le scale, ma in modo ordinato, l’apertura è alle 10.00 e sono le 9.40, gli uomini fanno in tempo a fare pausa in bagno mentre io e mia Zia ci avviciniamo agli stornelli, avendo il biglietto noi facciamo la coda a destra, davanti a noi una ventina di persone. Ore 9.58 aprono: controllo borse, giacche, golfini, si passa sotto il metal detector, lo scanner del biglietto e si è dentro…

Davanti  a noi il padiglione Zero,

DSC_0612(la foto è stata scattata alla sera prima di uscire e come vedete niente coda)

che decidiamo di vedere all’uscita, visto che inizia già ad esserci coda e dopo averci consegnato, ventaglio ( era prevista una giornata molto calda, invece tutto sommato è andata benissimo) e cartina ( per non perderci e decidere fin da subito cosa vedere) ci dirigiamo di gran lena al Padiglione Italia, uno per i quali la coda è all’ordine del giorno, nonostante avessimo camminato veloce davanti a noi una coda di 40 minuti, decidiamo che è il caso di farla e voilà in effetti poi la coda è risultata quasi di un’ora ma ne è valsa la pena.

Davanti a noi l’albero della vita.

DSC_0458

DSC_0429

Il Padiglione Italia, nonostante le critiche è un bel padiglione, realizzato con materiale nobili, con il riciclo dell’acqua piovana e finito l’Expo, non verrà smantellato.

DSC_0440

DSC_0436

DSC_0437

DSC_0442

Si incomincia con la presentazione di giovani imprenditori italiani, uomini e donne che hanno cambiato in qualche modo la nostra economia e genio italico nell’innovazione sull’eco-sostenibilità:

DSC_0441per passare ai danni che l’uomo ha fatto al suo territorio, per arrivare alle bellezze italiche:

alla fine del percorso ti proponevano di firmare “la carta di Milano“,

DSC_0475

ovviamente non potevo non farlo…

…continua…

EXPO 2015 parte I

cliccare sulla foto per vedere le altre immagini

La Prevostura

La Prevostura è un Agriturismo, ma anche un produttore di vini, che si trova dalle nostre parti, in Italia.

Mentre eravamo in vacanza i miei Zii hanno festeggiato 40 anni di Matrimonio e ci hanno portato in questo posto meraviglioso a pranzo. Non troppo distante da casa, nel verde o meglio tra i vigneti, con una carta alla piemontese e a  prezzo fisso.

Si beve bene,  poi se vuoi puoi degustare vari vini e fare pure acquisti, i miei fratelli ed il Marito ne hanno approfittato subito.

Queste alcune foto dei piatti e del posto:

 La Prevostura

Cliccare sulla foto per vedere altre immagini

Ah inutile dirvi che abbiamo mangiato benissimo!!! 😀

Giardino Botanico di Oropa

Durante la nostra gita ad Oropa, siamo andati a visitare il Giardino Botanico, ne avevo sentito tanto parlare e visto la poca affluenza di gente ne abbiamo approfittato, costo biglietto intero 5Euro.

Se mi chiedete se ne vale veramente la pena direi di un bel ni… forse perché mi ero fatta un’idea tutta mia e mi aspettavo di più, però è simpatico e istruttivo…

Queste alcune foto:

Giardino Botanico di Oropa

cliccare sulla foto per vedere l’album completo….

Oropa 2015

Le nostre Vacanze ci hanno portato in posti da noi conosciuti da sempre, tappa obbligata nel nostri soggiorni italiani o francesi.

Una tappa è quella di Oropa, dove andiamo almeno una volta, dove si mangia la polenta concia, non io, ma gli altri si, si respira aria fresca e si cammina…

#Oropa #nature #summer #estate #ete ##Biella #Piemonte #biellaturismo #green #biellese #Italy

DSC_0002

DSC_0011

DSC_0012

DSC_0013

DSC_0019

DSC_0020

DSC_0023

DSC_0027

DSC_0028

DSC_0038

DSC_0039

DSC_0041

DSC_0042

Vita da espatriati…

che cosa significa?

Ve lo spiego subito, a parte che dipende dove uno è residente, perché se è all’interno della Comunità Europea è una cosa se è fuori è un’altra.

Ci sono Paesi in cui ci sono accordi bilaterali per quanto riguarda INPS and company per cui si hanno dei vantaggi, ovvero i contributi sono riconosciuti e intercambiabili ed in altri Paesi ciò non avviene, nonostante  i diversi discorsi e approcci con il Marocco.

Questo significa non avere copertura sociale di niente… ed è giusto cosi, non pago i contributi, non ho nulla in cambio, anzi qualche cosa in cambio abbiamo ovvero , previa documento del Consolato abbiamo diritto a tre mesi di mutua annuale per ospedalizzazioni urgenti, cosa molto bella e giusta, ma…

Perché Noi come italiani non possiamo pagare un TOT, in base al nostro reddito all’estero se e nel caso volessimo una copertura sanitaria italiana?

Gli stranieri ne hanno diritto Noi NO…

Ad esempio quando ho dovuto subire un intervento sono andata in Francia piuttosto che in Italia, primo per via dei tempi di attesa, secondo perché alla fine essendo a pagamento mi è costato molto ma molto meno.

Ma questo non è tutto.

Ti serve un documento devi andare al Consolato, ovvio, ma molte volte per ottenere ciò di cui hai bisogno servono settimane se non mesi per poi renderti conto che questo documento non è valido o non possono fartelo.

Ad esempio  per l’iscrizione al BAC ( esame di maturità nella scuola francese) di mia figlia hanno voluto un “certificato di nascita” che non sia più vecchio di tre mesi, e volevano l’estratto di nascita, cosa che al Consolato ti rilasciano solo un attestazione di nascita..ovviamente in doppia lingua, a parte il fatto che un “certificato di nascita” è sempre valido, perché non è  un certificato di residenza,  il fatto che sei nato è certo, al limite mi chiedi un certificato di esistenza in vita, ma va beh, questo certificato l’ho avuto tramite il comune (in Italia) dove ho registrato mia Figlia, perché è nata qui, è stata registrata qui al Consolato, ma il vero atto è in Italia, nel comune dove io risiedevo prima di venire in Marocco, nonostante io fossi iscritta AIRE, non so se mi sono spiegata bene, per fortuna eravamo in Italia nel mese di Ottobre e ho potuto farlo, l’iscrizione era entro il 15 Novembre.

Stessa trafila per l’anno prossimo, quest’anno lei passa il BAC in francese e scienze, le restanti materie all’anno successivo.

 

FOX

Vi presento FOX, questa estate a casa dei miei suoceri una sera si è presentata fin quasi sulla porta della cucina, sul subito mi sono spaventata, perché lei no…imperterrita avanzava…aveva fame e per spingersi cosi fino a valle doveva avere veramente fame, abbiamo pensato che avesse dei cuccioli,  abbiamo cercato nei dintorni, ma non abbiamo trovato nulla…il pane non le piaceva molto, ma il pollo arrosto lo adorava…il prosciutto cotto si ma quello crudo era meglio…arrivava quasi ogni sera un po`prima del calar del sole tra le 20.30 e le 21.00, puntuale come un orologio, si faceva vedere e aspettava come un cagnolino che gli dessimo qualche cosa da mangiare e cosi è stato per tutto il tempo che siamo rimasti in Italia…Una bella volpe… l’abbiamo avvicinata tantissimo quasi a toccarla…fantastico!!