I 18anni di Figlia…

Lo scorso anno a Settembre la Figlia ha compiuto 18 anni.

Per questa ricorrenza abbiamo voluto per la prima volta  festeggiarlo in Italia insieme a tutta la famiglia.

Avevo un buget limitato per cui ho passato gran parte delle vacanze italiane a cercare vini e spumante, affettati di qualità, provare torte al gelato di vario genere e qualità, salatini e paste acquistate in tutto il biellese, per poi fare una scelta accurata e precisa….

Quindi il mio consiglio è il seguente se avete del tempo a disposizione, vi conviene fare come ho fatto, ok ho perso un po`di tempo ma ho risparmiato un sacco di soldi, solo per farvi capire un kg di paste di ottima qualità  ( solo acquistate in pasticceria) possono variare dai 22€ ai 38€ e non è detto che queste ultime siano più buone delle precedenti….idem per le torte al gelato classiche senza meringa a due gusti, prezzi dai 18€ ai 36€, solo perchè loro le rivendevano…. e i fiori? Altra banda di ladri…per un centro tavola semplice con delle rose sono capaci a chiederti anche 50€…

DSC_0880

tavolo in preparazione, gli addobbi non erano come avrei voluto ma difficile molto difficile da trovare quello che avevo in mente..

DSC_0881

Tavolo centrale quasi pronto…

Lei mi aveva chiesto un vestito da principessa…. abbiamo lavorato in tre: io, Grazia, mia Zia… il risultato non è stato perfetto ma è piaciuto e per  quella sera ha fatto il suo effetto:

DSC_0871

Eccovi alcune foto dei piatti presentati, purtroppo alcuni non ho fatto in tempo a fotografarli, come i piatti di affettati, i salami, (tutti particolari e buonissimi) ..la tagliata di vitellone…semplicemente divina…

 

 

di torte ce n’erano due una gelato fragola -limone, l’altra nocciola -crema, entrambe divine…

DSC_0947DSC_0948

E’ stata una bella serata con tante risate e con la possibilità di stare tutti insieme cosa non facile da realizzare.

Ovviamente la Figlia era raggiante, ha ricevuto un sacco di bei regali ….

E… sono 20… qui in Marocco…

In questo mese di Giugno una ricorrenza molto speciale mi lega al Marocco, ovvero sono 20 anni che ci abito e vivo.

20 anni, sembra ieri ma anche no…

20 anni, in cui sono cambiate moltissime cose, (strade, aperture di negozi, autostrade,)

20 anni, di conoscenze, di amicizie…

20 anni, per apprezzare e amare un paese non tuo come se lo fosse…

20 anni, dove ho assaporato cibo, spezie, dolci infinitamente buoni…

20 anni, che se vai a fare la spesa al mercatino tutti ti salutano, ti rispettano e ti aiutano

Il Marocco è un Paese meraviglioso, non solo per i paesaggi, per le sue città, il deserto, il mare, l’oceano, l’artigianato, ma anche e sopratutto per le persone.

Il popolo marocchino è ospitale, disponibile, generoso, e meno hanno più sono persone speciali, con il sorriso e la felicità nel cuore.

Quindi se alcuni di voi non l’hanno ancora visitato fatelo, ma non con l’arroganza degli stranieri, ma come persone normali e imparerete molto, oltre a riempirvi gli occhi di meravigliosi paesaggi, il naso di profumi di spezie, la bocca di cibo delizioso e il cuore d’amore.

 

E…i 50 sono arrivati anche per me…

Il 9 Maggio la sottoscritta ha compiuto 50 anni.

Tutti erano molto preoccupati per questa data, mia Mamma, mia Zia, Grazia, alcune amiche, erano pronte a trovare scusanti, anedotti o altro per alleviare questa ricorrenza.

Ovviamente non è che mi fregasse molto, proprio detto fuori dai denti, è un compleanno come un altro, ok c’é la decina, ma non capisco tutto questo trambusto per questa data.

E’ anche vero che alcune mie amiche con  i 50 anni sono andate un po`fuori: depressione, demoralizzate, preoccupate per la menopausa, (io sono ancora anni luce di distanza), tristi  e in crisi con il loro corpo e mente, perchè “sai invecchio, ed io non voglio invecchiare,” mi dicevano, cambiando abbigliamento ritornando a vestirsi da ragazzine per scongiurare questa data, alcune hanno lasciato il Marito, altre si sono fatte l’amante, “sai per sentirmi desiderata”.

Io sto bene con me stessa, con i miei pregi e difetti, le mie rughe, i miei acciacchi, i capelli bianchi  ( che camuffo con meches varie) e questi 5 kg che non riesco a scrollarmi di dosso, ma sono IO. Non devo piacere agli altri, devo piacere e me stessa, non posso essere chi non sono e quindi scusate se con i miei 50 sono felice e contenta.

Per la cronaca ho festeggiato più volte, con la mia Family in Italia:

IMG_0180

Crostata mele e cannella (a me sembrava più una sbriciolata va beh)…tutti un po`timorosi nell’assaggiarla, semplicemente DIVINA!!!

IMG_0182

Torte semil novecento ( una delle mie torte in assoluto preferite)…ristorante in Biella.

Poi feteggiamenti con Figlia e Marito a Nizza:

IMG_0190

pranzo al giapponese Kamogawa , se si mangia sushi e sashimi si beve thé verde..

IMG_0221

champagne..

E poi in Marocco:

IMG_0295

Ho tante cose da raccontarvi che non so da dove incominciare…

In questo momento sono in Francia, da mia Figlia, Lei è in stage nell’ Associazione per la quale lavora come Comunity Manager da gennaio, in maniera del tutto volontaria, non hanno soldi per poterla pagare.

Siamo a Giugno, e… dove sono finiti gli altri mesi? Mi sono sfuggiti tra le dita e non me ne sono resa conto.

Siamo in estate e se penso che lo scorso anno in questo periodo era tutto un fermento di scatoloni, (ma quelli ci sono ancora …), di preparazione per il BAC (maturità francese) e nuova organizzazione di vita…. ho passato alcuni mesi qui con Lei, poi ci sono stati mia suocera e mio cognato che mi hanno dato il cambio e di settimane in cui Lei é rimasta da sola, se l’é cavata bene. I risultati scolastici sono ottimi, il rapporto con la scuola (direzione ed insegnanti) eccellente ed é stimata da tutti. E penso a tutti i ragazzi che ho visto crescere francesi e non,  che, da dicembre sono rientrati in Marocco, perchè vivere da soli non potevano, non ce la facevano, oppure perchè la scuola o l’università che avevano scelto era troppo difficile, abbandonati a se stessi e lasciati soli per impossibilità delle famiglie, un futuro già nebuloso che lo diventa ancora di più. Ragazze che fanno finta di studiare, altri che non hanno passato esami, che quindi devono rifare l’anno…

Non è facile essere presente, ma anche farsi da parte quando si deve, non è facile dividersi tra due paesi e marito e figlia, non è facile essere presenti per entrambi a distanza di 2.500km. Sia Marito che Figlia sanno cosa significa questo, i sacrifici si fanno per Lei , per permetterle di poter sciegliere il Suo Futuro e di non subirlo, fino ad ora ci siamo riusciti…